Cerca la tua vettura


Viten Group, noleggio auto economiche ad Alghero

Noleggia un'auto con Viten Group e parti alla scoperta di Alghero, una città facilmente raggiungibile da Porto Torres, Sassari e Olbia, che rappresenta la meta ideale per le tue vacanze in Sardegna. Se hai deciso di passare una settimana in relax tra mare e natura incontaminata nella città di Alghero, possiamo consigliarti un'ottima auto a noleggio prenotabile online attraverso il nostro modulo di prenotazione o presentarti nella nostra sede all'interno dell'aeroporto di Fertilia. Le nostre tariffe low-cost sull'autonoleggio ad Alghero sono tra le più basse del mercato, offrendoti inoltre, l'auto dei tuoi desideri con tariffe personalizzate secondo le tue esigenze.

Noleggio auto ad Alghero Panoramica di Alghero vista dal mare



Traffico e parcheggi ad Alghero

Il centro storico di Alghero è ZTL. Sono consentite solamente due fasce orarie d'ingresso, dalle 08.00 alle 10.30 e dalle 14.30 alle 16.30. La domenica e festivi invece vi è il divieto 24h su 24. I cartelli ZTL sono indicati in Piazza Porta Terra e Piazza Sulis. Qualora alloggiate in un hotel nel centro storico, richiedete un permesso temporaneo all'hotel, dato che al centro storico è consentito un numero limitato di accessi. I parcheggi ad Alghero sono a pagamento delimitati da strisce blu. Qualora non troviate il responsabile comunale, potrete lasciare l'auto dato che quest'ultimo appena vista l'auto applicherà il conto in base all'orario di arrivo, e pagherete con tutta comodità quando tornerete alla vostra auto. I parcheggi gratuiti li potete trovare nel Piazzale della Pace, lungomare Barcellona fronte porto e nell'Area di Sosta Portuale. Per maggiori informazioni puoi trovare sul sito ufficiale di Alghero tutte le informazioni che ti possono essere utili.



Cosa visitare ad Alghero

Alghero è il capoluogo della Riviera del Corallo, una delle città più belle e conosciute della Sardegna. Un'antica città della Catalogna nell'isola al centro del Mediterraneo. Storia, tradizione, spiagge e scogliere, fanno di Alghero una città indimenticabile con secoli di avvenimenti storici. Chiamata Barceloneta (la piccola Barcellona) ha conservato nel suo dialetto l'uso della lingua catalana. Alghero è una delle principali città della Sardegna grazie a una delle porte di accesso all'isola data dall'aeroporto di Fertilia distante sei chilometri dalla città. Consigliamo di visitare l'Isola Piana (Capo Caccia) e l'isola di Foradada. Impossibile non fare il giro della città in calesse che vi accompagnerà per un'ora alla scoperta della civiltà catalana ancora molto insidiata all'interno delle mura del castello di Alghero.



Le torri e i bastioni spagnoli ad Alghero

Torre di Vincenzo Sulis ad Alghero Torre spagnola di Vincenzo Sulis, Alghero



Alghero è una città fortificata dovuta alla sua fondazione in epoca medievale agli inizi del XI secolo. I suoi Bastioni sono la testimonianza delle dominazioni spagnole avvenute nei secoli. Da non perdere assolutamente la passeggiata lungo i Bastioni: dai bastioni di Marco Polo, sul lato Ovest, fino ai bastioni di Magellano, situati a Est. Immancabile la visione delle torri difensive di San Giacomo, San Giovanni, Vincenzo Sulis e della Maddalena. Nella foto a sinistra, la Torre dello Sperone (Esperò Reyal) prende il suo nome dalla presenza a ridosso della stessa di una propaggine della fortificazione, uno sperone, appunto. Oggi è più nota con il nome di “Torre di Sulis” datole dopo che il rivoluzionario cagliaritano Vincenzo Sulis vi fu rinchiuso trascorrendo ben ventidue anni d'isolamento al suo interno.



Grotte di Nettuno ad Alghero

A circa ventiquattro chilometri da Alghero, nel bellissimo promontorio di Capo Caccia, si trovano queste meravigliose e incredibili formazioni carsiche all'interno dell'area marina protetta, grotte di Nettuno. Entrare nelle grotte è consentito solo se le condizioni meteo sono ideali, disponibili sopratutto nel periodo estivo. Per accedere alle grotte di Nettuno è possibile utilizzare la scalinata di 656 gradini lungo la parete del massiccio di Capo Caccia, chiamata “Escala del Cabirol” (la scala del capriolo), oppure via mare, scelta molto consigliata se volete visitare tutta la costa algherese. Non è raro incontrare i delfini alle porte della grotta di Nettuno per migliorare la vostra permanenza in un fantastico mare cristallino con panorami mozzafiato.





Spiaggia le Bombarde ad Alghero

Le Bombarde sono semplicemente, una delle spiagge più belle della Sardegna. Situate a Circa tre chilometri dall'aeroporto di Fertilia e dieci chilometri da Alghero, offrono una lunghissima spiaggia di sabbia bianca finissima inclusa nel Parco Naturale Regionale di Porto Conte, comprendendo una pineta con parco giochi per bambini. Non è raro avvistare cinghiali allo stato brado in pineta. Ottimi servizi turistici accompagnati da un'acqua cristallina e una spiaggia caraibica, la rendono una spiaggia sempre molto affollata in estate. Come si raggiunge: in auto da Alghero direzione Fertilia, superata la borgata si prosegue verso Porto Conte/Capo Caccia e, superato il semaforo, dopo il lungo rettilineo di circa 2 Km subito dopo la curva che piega a destra sulla sinistra si trova l'incrocio per Le Bombarde. Una volta svoltato ci si ritrova su una stretta stradina rettilinea. Al termine di essa al bivio si svolta a sinistra e si segue la strada in asfalto ecologico. Pochi metri e si raggiungono le aree di sosta della spiaggia.



Museo del corallo rosso ad Alghero

Per chi è interessato non solo al bellissimo mare di Alghero, può visitare il museo del Corallo Rosso, o “Oro rosso”, ospitato nella bellissima e suggestiva Villa Costantino. L'esposizione nel museo segue un percorso che porta il visitatore alla scoperta della cultura, della storia e dell'indennità di Alghero attraverso la leggenda del Corallo. Utilizzato fin dall'antichità per scopi di culto è legato tutt'ora a molte tradizioni. Il Corallium Rubrum, organismo vivente, rimane un essere prezioso per la città di Alghero e i suoi abitanti. La pesca in Sardegna è attestata già dalla preistoria e protostoria, e fin da questa epoca il corallo è stato utilizzato per scopi di culto, in connessione con il sangue e quindi con la vita.



Mangiare ad Alghero: Aragosta alla catalana

Tipica aragosta alla catalana di Alghero Tipica aragosta alla catalana di Alghero



Una delle cose da non perdere quando siete ad Alghero è sicuramente l'aragosta alla Catalana. Uno dei piatti più tradizionali della cucina algherese. È il piatto forte di Alghero, ma a differenza del nome non ha niente di catalano, dato che la ricetta è stata inventata ad Alghero. Se sei un amante della buona cucina tradizionale dovrai assolutamente provarla, magari accompagnata da un ottimo vino bianco: Terre Bianche Torbato Alghero DOC. Sicuramente sarà un piatto che rimarrà impresso nella tua memoria insieme alle meraviglie di questa fantastica città ricca di storia e cultura.






Fonti